Seconda PEC al Sindaco sull’attività amministrativa

Di seguito il testo integrale della PEC inviata al Sindaco di Albano Laziale il 17 novembre 2017 in merito ad alcune considerazioni sulle divergenze tra DUP (Documento Unico di Programmazione), Programma Elettorale del 2015 e l’attuale attività amministrativa.


                                                                                                                   Al Sindaco di Albano Laziale Dr. Nicola Marini

Egregio Signor Sindaco,

Le scriviamo, nuovamente, per avere da Lei risposte scritte a tre temi che noi, cittadini di una forza politica di opposizione, abbiamo a cuore: il bilancio partecipato, le zone a traffico limitato e l’acqua pubblica.

Per quanto riguarda il primo argomento, osserviamo che nel Suo programma elettorale del 2015, è scritto che: “Saranno sperimentate e attuate forme di bilancio partecipativo” (pag. 13 sezione Servizi Sociali e Sanità, Diritti delle Persone e Servizi). Come noto, il bilancio partecipato, è uno strumento previsto dal D. Lgs. 150/2009 con il quale si vuole rendere fattiva la partecipazione dei cittadini nelle scelte dell’Amministrazione. La partecipazione dei cittadini, non si propone di «bloccare» i processi decisionali ma, al contrario, tende a «favorire» un modello d’interazione, fra politica e società civile, cooperativo piuttosto che competitivo. I cittadini, infatti, hanno diritto di esprimersi sulla capacità di programmazione dei propri amministratori avendo a disposizione idonei indicatori per la valutazione dei risultati. La Sua amministrazione ad oggi ha provveduto soltanto a mettere in rete dati attinenti i bilanci e la programmazione triennale. Un risultato davvero deludente se si considera che l’articolo 48 dello Statuto Comunale prevede che: “nel corso di ogni anno solare, il Sindaco e la Giunta illustrano ai cittadini, nel corso di una apposita conferenza, da tenersi a valle dell’approvazione del bilancio preventivo e del conto consuntivo, le linee guida seguite nella formulazione del bilancio ed i risultati di gestione ottenuti”.

A tal proposito chiediamo che Lei si impegni, prima della scadenza dell’attuale consiliatura, a coinvolgere i cittadini e i restanti portatori di interessi nella gestione della cosa pubblica.

Per quanto attiene, invece, il secondo argomento Lei, sempre secondo il succitato programma elettorale, si è impegnato ad: “istituire una Zona a Traffico Limitato (ZTL) nel Centro Storico all’interno della elaborazione di un nuovo Piano del Traffico, alla luce delle mutate condizioni verificatesi negli anni” (pag. 3 sezione Viabilità, trasporti e infrastrutture). Orbene, sono passati due anni e mezzo dall’inizio del Suo mandato e non risulta ancora istituita alcuna ZTL. Inoltre, il “Piano del Traffico” rimane quello approvato nel lontano 2002.

Chiediamo, in primo luogo, che vengano fornite valide motivazioni circa la sua mancata realizzazione e, in seconda istanza, sapere perché non si è ancora provveduto ad istituire dette ZTL.

Infine, vogliamo portare alla Sua attenzione un argomento di somma importanza: l’acqua pubblica. Sempre nel suo programma elettorale è espressamente previsto che: “verrà proposta una modifica dello Statuto Comunale per l’inserimento di un articolo che sottolinei il carattere pubblico del servizio idrico” (pag 8 sezione Ambiente e Territorio). È superfluo ricordare che l’accesso all’acqua potabile è un diritto fondamentale dell’essere umano e che nonostante sia passato un bel po’ di tempo, forse anche troppo, nulla è stato fatto in tal senso.

Pertanto La invitiamo ad onorare i suoi impegni presi con la cittadinanza e, se lo riterrà opportuno, a firmare la nostra petizione denominata “50 litri d’acqua al giorno gratuiti, a testa” con cui sollecitiamo, in linea con lo spirito della L. 221/2015, che venga assicurato a tutti un quantitativo minimo vitale giornaliero.

Nella speranza di poter ricevere una risposta, le inviamo distinti saluti.

I Portavoce dei Cittadini per il Movimento 5 stelle

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *