Riforma contro la giustizia!

Nell’aula della Camera dei Deputati arriva il via libera alla riforma del processo penale contro cui protesta in modo veemente il MoVimento 5 Stelle: “Una protesta necessaria a fronte dell’ennesima fiducia posta da questo governo, in perfetta sintonia con quello di Renzi. Fiducia che nasconde la paura dei franchi tiratori, perché se il Pd voleva questa riforma del processo penale poteva metterci la faccia, invece ancora una volta si nasconde, insieme ad Alfano e Verdini”, attaccano i deputati del MoVimento.
Questa riforma – proseguono – non fa nulla per la prescrizione, mette il bavaglio alla stampa con il divieto di pubblicazione delle intercettazioni rispettando i diktat di Napolitano, taglia i fondi alle intercettazioni stesse, così i magistrati avranno più difficoltà e il tempo contato per chiudere importanti indagini per i reati di corruzione, mafia e terrorismo ed inoltre benefici a pioggia per i detenuti in alta sicurezza, così potranno impartire ordini dalle carceri”.
Sul tavolo il MoVimento 5 Stelle mette poi le proprie controproposte sulla pre scrizione: fermarla al rinvio a giudizio o alla sentenza di primo grado, come richiesto da Associazione nazionale magistrati e Direzione nazionale antimafia.
Sconcerta l’assenza del dibattito parlamentare, così come sconcerta il silenzio che ha circondato questa riforma del processo penale. Non possiamo che attendere, come per tutte le riforme e le leggi in campo giuridico, che vengano smentite dai fatti.
Dall’omicidio stradale al risarcimento delle vittime dei crimini violenti, abbiamo sempre visto in anticipo le falle gravi che si prospettavano, sarà uguale anche questa volta. Rimane la vergogna del Partito Democratico, la vergogna di una riforma targata Renzi complice una maggioranza asservita che ha tradito il proprio mandato.
Da questo momento i corrotti possono dormire sonni tranquilli, chi commette crimini gravi contro la società avrà benefici e i magistrati avranno le mani legate. Contro la corruzione e le mafie ci vogliono leggi severe e pene certe, ma finché questa maggioranza governa il Paese non cambierà nulla.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *