RIFLESSIONI SULL’ISOLA ECOLOGICA A VIA TENUTELLA

In questi giorni, in concomitanza con il consiglio comunale di oggi, è tornato alla ribalta il tema della seconda isola ecologica a Via Tenutella.

Da quello che leggiamo sulla stampa ci fa piacere che una parte dell’opposizione si sia finalmente accorta di questo progetto il cui iter amministrativo in realtà è cominciato diversi anni fa. Infatti le due manifestazioni di interesse alla cessione di aree urbane sono rispettivamente del settembre 2014 e dell’ottobre 2015 mentre lo studio di fattibilità è di poco successivo.

Ci fa molto piacere sentir parlare di barricate in consiglio comunale ma vogliamo ricordare che la vera battaglia è già stata vinta dai cittadini e dal Comitato di Quartiere Miramare. Infatti i nostri “amici” forse non ricordano o, probabilmente non sanno, che il vero pericolo del progetto era la costruzione di un digestore che avrebbe dovuto trattare la frazione umida della raccolta differenziata. Dov’erano quando noi sollevavamo pubblicamente questi problemi? Perché tutti parlano del famoso proprietario del terreno ma nessuno fa nomi e cognomi? Noi lo abbiamo fatto senza preoccuparci della querela (temeraria) ricevuta.

Vogliamo, tuttavia, stigmatizzare anche l’atteggiamento della maggioranza (ancora in carica per l’emergenza Coronavirus) che prende una decisione così importante per il futuro della nostra città a porte chiuse con un ridicolo streaming radiofonico. Quando a breve saranno pubblicati i programmi elettorali abbiano almeno la decenza di non menzionare la partecipazione perché negli anni hanno contribuito solo ad ostacolarla (Regolamento sugli Strumenti di Partecipazione docet).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *