RACCOLTA DIFFERENZATA

RELAZIONE:

«INDAGINE SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA: CONSIDERAZIONI E PROPOSTE»

1. Analisi della situazione attuale

Il Comune di Albano Laziale consta di circa 42.000 abitanti (di cui 17.000 circa ad Albano, 12.000 circa a Cecchina e 13.000 circa a Pavona), su una superficie complessiva di 24,37 kilometri quadrati, con una densità pari a circa 1800 abitanti per kilometro quadrato ed un dislivello di 180 metri circa fra Albano e le circoscrizioni di Cecchina e Pavona. Come è noto il comune di Albano Laziale sta procedendo ad attuare la Raccolta Differenziata con il sistema “porta a porta”. Attualmente, a detta del Comune, copre l’intero territorio raggiungendo il 70% di raccolta differenziata e rappresenterebbe, secondo l’Amministrazione comunale, l’alternativa al progetto dei cassonetti interrati.

2. Le proposte dei Cittadini per il Movimento 5 Stelle

Decoro: maggiore puntualità nella raccolta e maggiore controllo del conferimento.

Plastica: incentivi agli esercizi pubblici (bar, ristoranti, alimentari, distributori organizzati, eccetera) che non forniscono acqua in bottiglie di plastica. Incentivi per la vendita di tutti i prodotti alimentari sfusi.

Indifferenziata: fornitura di idonei mastelli domestici per la raccolta dell’indifferenziata, da prelevare due volte la settimana (esempio: martedì e sabato).

 Olii esausti: fornitura di appositi contenitori domestici per la raccolta di oli esausti da conferire con cadenza mensile.

Pannoloni/pannolini: raccolta porta a porta di pannoloni e pannolini per tutti gli utenti che presentano apposita richiesta.

Buste: fornitura a domicilio delle buste per la raccolta differenziata agli intestatari della TARI ultrasettantenni o disabili.

Compostiere: attivazione nel territorio di circa 7 compostiere di prossimità per la gestione dell’umido

Cestini stradali: installazione di cestini stradali multifunzionali per la raccolta diversificata dei rifiuti.

Formazione/informazione: promuovere nelle scuole e sul territorio un’informazione costante sugli scopi di una corretta raccolta differenziata.

Isola ecologica: realizzazione di un’ulteriore isola ecologica ed attivazione, nella stessa, di uno spazio di libera acquisizione  dei materiali riutilizzabili,; i rifiuti saranno pesati ed a ogni utenza verranno accreditati i punti che, a fine anno, potranno concorrere alla riduzione della tariffa TARI.  

Tariffazione: applicazione della tariffa puntuale come incentivo per una raccolta differenziata più corretta e una ripartizione più equa dei costi.

In regime di TARI la legge consente un sistema di “Tariffazione puntuale” (cosiddeto TARI CORRISPETTIVO) per i comuni in cui si applica la misurazione del conferimento per ogni utenza. Con l’introduzione della TARI CORRISPETTIVO si torna ad avere una tariffa e non più un tributo. Di fatto ogni utenza pagherà per quanto rifiuto indifferenziato produce, un po’ come avviene per le utenze domestiche come gas, luce e acqua, cioè in base all’effettivo utilizzo dell’utenza.

Relazione del mese di luglio 2017.

SCARICA LA RELAZIONE