REGOLAMENTO DEL GRUPPO

(Approvato dall’Assemblea degli attivisti il 1 febbraio 2016 e modificato il 11 dicembre 2017)

CAPITOLO PRIMO 

(NON-STATUTO LOCALE)

ARTICOLO 1: OGGETTO E FINALITÀ

I “Cittadini per il Movimento 5 stelle di Albano Laziale”, sulla base delle esperienze maturate territorialmente nell’ambito di manifestazioni, lotte, ed altre iniziative di elaborazione e proposta politica e sociale, intendono porsi come un soggetto politico che raccolga le istanze emergenti dalla società e dalle realtà associative, traducendole in azione politica nell’interesse dei cittadini e per la tutela dei beni comuni.

Il gruppo di Albano Laziale fonda la propria organizzazione ed il proprio agire su principi di onestà, legalità, etica, democrazia, trasparenza e solidarietà, rifiuta qualsiasi forma di finanziamento pubblico, basandosi sull’autofinanziamento e sui contributi volontari.

L’azione del gruppo persegue la realizzazione dei principi fondamentali della Costituzione Italiana e di quanto contenuto nel Non Statuto del M5S, nel Programma Nazionale del M5S e nella Carta di Firenze.

Essa si rivolge ai cittadini che vogliano impegnarsi nel favorire un cambiamento della politica attraverso il confronto democratico, la partecipazione attiva non mediata e volta al governo della cosa pubblica.

Il gruppo, al pari del MoVimento 5 Stelle, non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Le modalità della sua azione politica si differenziano da quelle dei partiti in quanto non ammettono la delega o la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi ma si basano sull’azione politica diretta dei cittadini, secondo il principio della partecipazione attiva e dell’uguaglianza nei momenti decisionali.

ARTICOLO 2:  NOME, NATURA E SEDE

Il gruppo assume la denominazione “Cittadini per il Movimento 5 stelle di Albano Laziale”. Esso si riconosce pienamente nel “MoVimento 5 Stelle” e ne vuole rappresentare l’espressione sul territorio di riferimento, attraverso una piattaforma locale di confronto e di consultazione. La “sede” del gruppo di Albano Laziale coincide con l’indirizzo web: http://albanolazialea5stelle.it/. I contatti con il gruppo sono assicurati esclusivamente attraverso posta elettronica all’indirizzo movimento5stellealbanolaziale@gmail.com.

ARTICOLO 3: ADESIONE

Il gruppo è aperto ai cittadini di qualsiasi nazionalità, religione, sesso, razza, lingua, condizione personale e sociale che, all’atto della richiesta di adesione, non siano iscritti a partiti politici o associazioni aventi finalità in contrasto con quelle sopra descritte.

La richiesta di adesione al gruppo verrà inoltrata tramite Internet, autocertificando il possesso dei requisiti previsti al comma precedente.

La partecipazione al gruppo è individuale e personale e dura fino alla cancellazione che potrà intervenire per volontà del soggetto stesso o per mancanza o perdita dei requisiti di ammissione.

ARTICOLO 4: FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ

L’iscrizione al gruppo è gratuita.

Il gruppo si autofinanzia con versamenti volontari.

Potranno essere aperte sottoscrizioni per la raccolta di fondi destinati a finanziare singole iniziative decise ed organizzate dal gruppo.

ARTICOLO 5: PROCEDURE DI DESIGNAZIONE DEI CANDIDATI ALLE ELEZIONI

Il gruppo partecipa alle consultazioni elettorali locali.

Può candidarsi per una lista elettorale che sia espressione del gruppo chiunque, al momento della presentazione della lista, sia in possesso di tutti i requisiti stabiliti a livello nazionale dal MoVimento 5 Stelle, che vengono ritenuti requisiti minimi e non derogabili, per la candidatura.

Inoltre saranno soggetti di elettorato attivo e passivo nel gruppo solo gli attivisti con anzianità di almeno sei (6) mesi.

L’identità dei candidati sarà resa pubblica attraverso il sito internet ufficiale del gruppo, altrettanto pubbliche, trasparenti e non mediate saranno le discussioni inerenti tali candidature.

ARTICOLO 6: RAPPORTI DEL GRUPPO CON I PORTAVOCE ELETTI E CON LE AMMINISTRAZIONI LOCALI

I Portavoce fanno parte integrante del gruppo.

L’azione politica non è delegata ma espressione della volontà dell’assemblea.

L’attività istituzionale del Portavoce si estrinseca ad ogni livello secondo l’indirizzo del gruppo, unico Organo decisionale.

I portavoce hanno l’obbligo di:

  1. Partecipare all’assemblea, salvo giustificati motivi;
  2. Riportare nel consiglio comunale le richieste e le problematiche dei cittadini così come emerse in assemblea;
  3. Discutere in assemblea preventivamente la documentazione relativa all’o.d.g del consiglio comunale.

ARTICOLO 7: REVISIONE

Il presente Non-statuto può essere modificato in ogni sua parte per adeguarlo ai cambiamenti del “Non Statuto” del MoVimento 5 Stelle ed alle necessità dell’azione politica locale, anche in ragione dell’esperienza che verrà maturata nel tempo.

Le proposte di modifica devono essere sottoscritte da almeno 5 attivisti.

CAPITOLO SECONDO 

(REGOLAMENTO INTERNO)

ARTICOLO 8 – FINALITA’

Il gruppo di Albano Laziale adotta il presente “REGOLAMENTO INTERNO” con l’obiettivo di definire le proprie modalità di lavoro e disciplinare l’organizzazione interna prevedendo norme di salvaguardia per il gruppo stesso ed i suoi attivisti.

ARTICOLO 9: OGGETTO, VALIDITA’ ED ENTRATA IN VIGORE

Esso è pubblicato sul sito ufficiale del gruppo di Albano Laziale http://albanolazialea5stelle.it/.

In prima applicazione il regolamento è approvato in via provvisoria tramite votazione con maggioranza dei due terzi degli attivisti e verrà sottoposto alla ratifica definitiva dopo sei mesi circa.

ARTICOLO 10: SITO E PAGINA FACEBOOK

Il gruppo utilizza una piattaforma virtuale per tutte le discussioni in rete e per le votazioni on-line.

La sua pagina Facebook è: https://it-it.facebook.com/Movimento5stelleAlbanoLaziale e funge da testata, pubblicizzando le iniziative nazionali e locali.

ARTICOLO 11: ADERENTI ED ATTIVISTI

L’adesione al gruppo di Albano Laziale avviene attraverso la registrazione al sito http://albanolazialea5stelle.it/ compilando l’apposito modulo on-line (modulo di adesione al gruppo).

Perfezionata questa procedura si acquisisce il ruolo di “Aderente”.

Sarà considerato Attivista l’aderente che partecipa con continuità alla vita del gruppo per almeno due (2) mesi dalla data di adesione, dando un contributo fattivo alle sue iniziative.

ARTICOLO 12: DIRITTI E DOVERI DELL’ ADERENTE

  1. Può partecipare, senza diritto di voto, alle Assemblee ed a tutte le iniziative del gruppo;

  2. Può richiedere la funzione di “Incaricato per un Gruppo di Lavoro”;

  3. Può presenziare ad un Gazebo;

  4. Dovrà conformarsi all’etica del M5S

ARTICOLO 13: DIRITTI E DOVERI DELL’ATTIVISTA

  1. Può partecipare, con diritto di voto, alle Assemblee ed a tutte le iniziative del Movimento;

  2. Può rappresentare il gruppo previa delega specifica;

  3. Può richiedere di introdurre altri punti all’ O.d.G. divenendone “Relatore”;

  4. Deve attenersi ai principi di rispetto e tolleranza reciproca, di critica costruttiva, di rispetto delle decisioni delle Assemblee;

  5. L’Attivista decade per dimissione volontaria o su delibera dell’assemblea per aver dichiarato il falso o per non aver rispettato i requisiti sopracitati.

ARTICOLO 14: ORGANI DEL GRUPPO

L’Assemblea degli Attivisti è l’Organo decisionale del gruppo. Essa delibera sempre a maggioranza dei due terzi dei partecipanti.

L’Assemblea nomina al suo interno un Organizzatore, due Gestori della Comunicazione, due Rappresentanti ed un Tesoriere con mandato della durata di sei mesi.

Durante le campagne elettorali il candidato sindaco e uno o più candidati consiglieri assumono provvisoriamente il ruolo di Portavoce.

Gli incarichi sono svolti a rotazione da tutti gli Attivisti.

L’Assemblea non può concedere un secondo incarico se non dopo l’esaurimento degli aventi diritto.

Il nuovo incaricato viene nominato al termine del quinto mese dell’incarico in corso per consentire il passaggio, durante il sesto mese, delle conoscenze necessarie.

L’Assemblea può revocare gli incarichi in qualsiasi momento.

L’Assemblea può costituire Gruppi di Lavoro Tematici (GLT), secondo le esigenze contingenti.

ARTICOLO 15: ASSEMBLEA DEGLI ATTIVISTI

L’Assemblea degli Attivisti ha cadenza settimanale ed è validamente costituita con la presenza di almeno otto attivisti.

L’assemblea può essere “allargata” online con strumenti di partecipazione remota: gli Attivisti collegati in remoto hanno pari diritti e pari doveri di quelli presenti.

L’assemblea è pubblicizzata tramite gli appositi canali di comunicazione Web, con almeno tre (3) giorni di preavviso, dall’Organizatore, indicando la data e la sede della riunione.

Le Assemblee riguardanti:

  1. Modifiche dello Statuto;

  2. Modifiche del Regolamento;

  3. Formazione delle liste elettorali;

  4. Proposte di espulsione di Attivisti e/o Aderenti;

  5. Casistiche non previste dal Regolamento

Sono validamente costituite con la presenza della metà più uno degli attivisti e convocate con preavviso di almeno dieci giorni.

L’O.d.G. viene determinato al termine dell’Assemblea precedente.

Se necessario l’O.d.G. può essere modificato in apertura dell’Assemblea, stabilendo l’ordine della discussione.

Si possono trattare altri argomenti solo se si è esaurito l’O.d.G.. Sulla discussione di fatti verificatisi dopo la stesura dell’O.d.G., decide l’Assemblea.

Chi vuole esprimere la propria opinione in merito ai punti dell’O.d.G. osserva l’ordine di intervento e può esprimersi solo per il tempo stabilito. Non sono ammessi botta e risposta.

Ogni Attivista ha diritto ad un solo voto, NON sono ammesse deleghe.

Il verbale dell’Assemblea viene pubblicato on-line in modo che gli attivisti possano eventualmente contestarlo o integrarlo.

ARTICOLO 16: MODERATORE E SEGRETARIO

Ad inizio di ogni Assemblea viene nominato un Moderatore che cura il corretto svolgimento della discussione, fissando i tempi di intervento, ed un Segretario che controlla le presenze degli aventi diritto al voto e redige il verbale della riunione.

ARTICOLO 17: DOVERI DELL’ORGANIZZATORE

  1. Tiene i registri su cui annota l’incarico di “Organizzatore”, “Gestore della Comunicazione”, “Tesoriere”,” Rappresentanti”, “Coordinatore di G.L.T.”, fino ad esaurimento degli aventi diritto, verificando la corretta rotazione;

  2. E’ tenuto a comunicare prontamente la data e il luogo di assemblee e attività al “Gestore della Comunicazione” per una sollecita pubblicazione;

  3. Tiene il registro anagrafico del gruppo ed è responsabile del trattamento dei dati personali;

  4. Tiene il registro delle presenze degli Attivisti e degli Aderenti alle Assemblee dandole al segretario all’apertura delle Assemblee e riprendendole compilate al termine;

  5. E’ responsabile della gestione del materiale propagandistico del gruppo ed opera in modo da favorire la partecipazione alle attività di tutti gli aderenti;

  6. Convoca l’assemblea straordinaria su istanza degli altri organismi o di almeno 5 attivisti.

ARTICOLO 18: COMPOSIZIONE E DOVERI DEI GESTORI DELLA COMUNICAZIONE

  1. I due gestori della comunicazione, insieme ad un rappresentante, costituiscono il “Gruppo della Comunicazione” e sono i responsabili della comunicazione interna ed esterna dei cittadini per il Movimento 5 stelle Albano Laziale.
  2. Per poter assolvere al proprio incarico, ogni membro del “Gruppo della Comunicazione” deve dimostrare di possedere specifiche competenze informatiche e di social media.
  3.  Il “Gruppo della Comunicazione” agisce su specifico mandato conferito dall’Assemblea. E0 tenuto a seguire le linee generali d’azione indicate da quest’ultima e a decidere modalità d’intervento in totale autonomia, anche nei casi in cui si verifichi una situazione non prevedibile che necessita di urgente o improcrastinabile soluzione e pubblicazione e per la quale non è possibile indire una specifica assemblea straordinaria per decidere il provvedimento da adottare.
  4.  Il “Gruppo della Comunicazione” deve inoltre prontamente pubblicare su Facebook e sul sito internet del gruppo i  seguenti interventi:
  1. Data e luogo delle Assemblee;
  2. Evento e/o iniziative segnalate dall’Organizzazione;
  3. Decisioni adottate dall’Assemblea:
  4. Comunicati stampa, resoconti, banners, immagini.

ARTICOLO 19: DOVERI DEL TESORIERE

  1. Custodisce i fondi del gruppo e gestisce i movimenti di cassa;

  2. Aggiorna il registro contabile sempre consultabile on-line;

  3. Non assume decisioni di spesa in autonomia, ma necessita di autorizzazione da parte dell’assemblea degli attivisti.

ARTICOLO 20: DOVERI DEI RAPPRESENTANTI E DEI PORTAVOCE

Chiunque può comunicare con altri gruppi o coordinamenti ma deve specificare che lo fà a titolo personale.

Può assumere il ruolo di Rappresentante qualsiasi attivista votato dall’Assemblea. I Rappresentanti hanno la responsabilità del gruppo nei rapporti con i media e con tutte le realtà esterne.

Possono assumere il ruolo di Portavoce:

1. I candidati in una lista elettorale che sia espressione diretta del gruppo, fermo restando che la nomina resta valida solo nel periodo di campagna elettorale e decade automaticamente al termine della stessa;

2. Gli eletti alle amministrazioni comunali, fermo restando che decadono automaticamente in caso di fuoriuscita dal Movimento 5 Stelle.

I Rappresentanti e i Portavoce possono rilasciare dichiarazioni pubbliche a nome del gruppo, possono fare comunicati stampa, partecipare a trasmissioni radio, tv, conferenze stampa, ma non a dibattiti politici salvo diversa decisione dell’assemblea. I Rappresentanti e i Portavoce gestiscono le relazioni pubbliche e politiche del gruppo rappresentandolo presso istituzioni, associazioni, coordinamenti e simili.

Qualunque comunicazione fatta in nome e per conto del gruppo di Albano Laziale, deve essere preventivamente ed esplicitamente approvata dall’Assemblea. Quando non sia possibile, i Referenti o i Portavoce dovranno consultarsi con l’Organizzatore ed il Gestore Facebook, prima di emettere la comunicazione, che sarà sottoposta al giudizio dell’Assemblea alla prima riunione utile.

ARTICOLO 21: GRUPPI DI LAVORO TEMATICI “G.L.T.”

L’assemblea vota la costituzione dei G.L.T.

Il G.L.T. non ha un numero predefinito di partecipanti; ogni attivista ha il diritto di entrare o può rinunciare a farne parte una volta entratovi; i membri hanno pari diritti e si coordinano fra loro; ogni uno di essi può relazionare lo stato di avanzamento dei lavori.

ARTICOLO 22: TRASPARENZA E RISERVATEZZA

Tutte le discussioni, le iniziative, i commenti, i verbali e i file pubblicati sul sito sono di dominio pubblico ad eccezione di quelli per cui si è decisa la riservatezza, visionabili dai soli attivisti.

Finanziamenti e donazioni, per importi superiori ai 20 (venti) euro, devono essere sempre di dominio pubblico e riconducibili a persone fisiche o giuridiche. Il gruppo utilizza la postepay con numero 4023 6009 2890 9854 intestata a Mulargia Maria Bonaria.

Le raccolte di fondi effettuate in forma di colletta verranno considerate nell’insieme, riportando l’ammontare e il luogo della raccolta.

ARTICOLO 23: DECISIONI D’ URGENZA

In caso di effettiva urgenza o di impossibilità di convocazione dell’assemblea, gli incaricati possono prendere decisioni autonome, sempre per il fine ultimo di una corretta gestione dei propri incarichi, in linea con i principi del gruppo, del Non Statuto, e del presente Regolamento Interno.

Tali decisioni devono essere obbligatoriamente relazionate alla prima Assemblea utile.