Lettera Aperta al Sindaco di Albano Laziale

Caro Sindaco,
ultimamente la vediamo molto, anzi troppo, impegnato a condividere qualsiasi contenuto che la comunicazione del suo partito sforna.
Ci riferiamo ai vari tentativi di delegittimare un governo sostenuto dalla maggioranza degli elettori e del Parlamento oppure alle critiche al lavoro che Virginia Raggi ha fatto per riportare le competizioni sportive a Roma (formula E, Giro d’Italia di cui lei si è lamentato delle buche presenti piuttosto che dell’inopportunità e delle conseguenze di una partenza da Gerusalemme “Ovest” ). Inoltre questa sua ossessiva e acritica difesa al Presidente della Repubblica senza entrare nel merito delle decisioni e delle questioni sarebbe quasi commovente, se non fosse completamente superficiale. Perché lei e gli esponenti del suo partito non protestavate quando firmava leggi incostituzionali (Italicum, Legge Madia…)? Forse perché erano proposte proprio da quelli che si definiscono gli “esperti” in politica ??.

Le vogliamo ricordare che lei un compito già lo ha: è il Sindaco di Albano ed è necessario che se ne occupi per il bene dei nostri concittadini. Infatti sono ben 8 anni che ha l’onore di amministrare la nostra città ed allora è meglio soffermarci su tutti i “risultati” che ha ottenuto: partecipate in liquidazione, svendute e fallite, buche e voragini su molte strade (Via Pian Savelli, Via Trilussa…), verde pubblico in uno stato imbarazzante e in un degrado che definirlo “accettabile” è un offesa alla memoria storica di Albano, oltre che alla lingua italiana. E vogliamo parlare del nuovo cimitero o del sottopasso di Pavona? Oppure di quanto è “smart” la nostra città che nel 2018, invece di utilizzare la diretta streaming gratuita, continua ad acquistare delle frequenze per trasmettere in radio le sedute del consiglio?

Ecco Sindaco si preoccupi di Albano e dei suoi cittadini, cercando di rispettare le promesse elettorali e quelle che da anni inserisce nel DUP che puntualmente rinvia.
Un ultimo consiglio le vorremmo dare: non derida la volontà popolare e i portavoce da questa espressi, non ostacoli il governo del cambiamento perché prima poi arriverà…. anche ad Albano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *