IL REGISTRO TUMORI E’ PROPOSTA M5S DEL 2013. BENE L’AVVIO, MA PD IN RITARDO DI 4 ANNI!

Oggi è stata avviata l’organizzazione del Registro dei tumori nel Lazio. Zingaretti parla di un altro tassello della sanità che cambia. Ha ragione, ma farebbe bene a precisare che cambia grazie al M5S. Sia chiaro, non ci interessa la paternità della misura, ci interessa che sia stata implementata, ma permettetemi di dire che ci sono voluti 4 anni, 4 anni per rendere operativa una legge del M5S, nata grazie a una nostra proposta presentata nel 2013 (vedete qui http://atticrl.regione.lazio.it/proposteLegge_dettaglio.asp…) e approvata nel 2015 (http://www.lazio5stelle.it/registrotumori/).

Da tempo avevamo iniziato a fare pressing sul Pd e sulla maggioranza in ogni modo, anche perché nel nostro provvedimento si chiedeva uno stanziamento di soli 100mila euro in più da parte della Regione (una sciocchezza, se pensate che solo il Lazio spende oltre 16 milioni di euro per pagare i vitalizi agli ex consiglieri di centrodestra e centrosinistra). Abbiamo dunque chiesto di fornirci una data certa per la messa in moto del registro e a settembre 2017 un nostro Ordine del giorno (http://atticrl.regione.lazio.it/ordinidelgiornoGR_dettaglio…) ha impegnato la Giunta Zingaretti ad approvare velocemente il regolamento attuativo, viste le molte richieste arrivate da amministrazioni comunali, non solo a guida M5S, e comitati per la salute pubblica. E per fortuna alla fine qualcosa si è fatto.

Ripeto: non importa il come e da parte di chi, l’importante è che si sia fatto. Anche se i tempi, in piena campagna elettorale, appaiono sospetti e – nonostante il risultato – un po’ di amaro in bocca lo lasciano. Perché a questo registro, è inutile nasconderlo, saremmo potuti arrivare molto prima. Appunto, almeno 4 anni fa, evitando inutili ritardi.

di “Roberta Lombardi”

Registro Tumori

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *