Chiarezza sul servizio di refezione scolastica

Qualche settimana fa 200 bambini di scuola materna ed elementare sono stati intossicati dal cibo, si sospetta, della mensa scolastica. E’ successo a Pescara ed il Sindaco ha subito sospeso il servizio di refezione scolastica, mentre la Procura ha disposto il sequestro dei centri cottura gestiti dall’associazione temporanea d’imprese Cir Food e Bioristoro Italia ed iscritto sul registro degli indagati 4 persone, tra le quali il legale rappresentante della Bioristoro  (fonte).

Un giornale del 16 aprile indica la Bioristoro come concessionaria del servizio di refezione scolastica di Albano, quando il 16 aprile era ancora la data di scadenza per la presentazione delle offerte per il bando ad Albano! Errore dell’autore o è il giornale della sibilla, che prevede il futuro? Quali società si sono proposte per la gara d’appalto? Chi ha vinto?
Se fosse la Bio Ristoro Italia, non sarebbe il caso di aspettare le indagini della Procura di Pescara che, lo ricordiamo, sta indagando sull’ipotesi di “adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari, commercio di sostanze nocive, di natura colposa e lesioni colpose”?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *