CHI SIAMO

movimento

Siamo cittadini non più disposti ad essere sudditi.

Persone diverse per estrazione, cultura ed attività, determinati a condividere il proprio tempo, gli sforzi e la fantasia, per costruire una migliore qualità di vita.

Vogliamo partecipare alle decisioni e non accettare più la prepotenza di chi sperpera a nostre spese.

Vogliamo preservare la salute contrastando ogni tipo di inquinamento e curare chi l’ha persa con una sanità libera dal profitto.

Vogliamo che ognuno abbia la dignità di un lavoro – diritto sancito dagli articoli 35, 36 e 37 della nostra Costituzione – e, comunque, la possibilità di vivere, anche nei momenti più difficili (reddito di cittadinanza).

Vogliamo che ci sia restituita la proprietà dei beni comuni – acqua, aria e paesaggio – che ci è stata sottratta dalla speculazione e dai partiti.

Lavoriamo per questo con qualunque persona perché abbiamo un solo mondo ed è nostro dovere viverci al meglio, preservandolo per le future generazioni.

LE NOSTRE PROPOSTE

TUTELA DELL’AMBIENTE

  1. Chiusura definitiva della discarica di Roncigliano.
  2. Richiesta risarcimento danni al gestore della discarica di Roncigliano per l’avvelenamento delle falde acquifere.
  3. Raccolta differenziata porta a porta con tariffa puntuale (si paga in base a quanto indifferenziato si produce).
  4. Maggior diffusione di raccoglitori per rifiuti particolari (esempio: oli esausti e pannolini).
  5. Recupero delle zone industriali abbandonate per la creazione di un polo per il riciclo e il riuso del rifiuti.
  6. Gestione dell’umido con 11 compostiere meccaniche disseminate nel territorio.
  7. Annullamento del piano antenne: creazione di un nuovo piano partecipato con controllo H24 dell’elettrosmog.
  8. Campagna di rilevamento del Radon e CO2.
  9. Monitoraggio dell’aria con pubblicazione dei dati in tempo reale nei punti più critici.
  10. Istituzione del Registro Arboreo.
  11. Illuminazione pubblica a LED.

TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE (DEMOCRAZIA DIRETTA)               

  1. Incontri aperti tra Sindaco e cittadini almeno ogni 90 giorni.
  2. Ogni petizione presentata da un cittadino con almeno 500 firme sarà votata entro la seconda riunione del Consiglio Comunale dalla data di presentazione.
  3. Diretta streaming tramite social network dei Consigli Comunali e delle Commissioni Consiliari.
  4. Bilancio Partecipato.

RISPARMIO, ECONOMIA E LAVORO

  1. Incentivi per la riqualificazione degli edifici (Piani di recupero e finanziamenti europei).
  2. Creazione di uno sportello per la promozione del turismo.
  3. Creazione di uno sportello per l’accesso ai fondi europei per cultura, commercio, sport, turismo e risorse enogastronomiche.
  4. Nuovi posti di lavoro dal “polo dei rifiuti”.
  5. Commissione d’inchiesta sul disagio sociale.

VIABILITÀ,TRASPORTI E SERVIZI                                   

  1. Riduzione costo abbonamento parcheggi per residenti.
  2. Potenziamento delle navette di collegamento Albano-Cecchina-Pavona-Cimitero-Ospedali.
  3. Revisione per il miglioramento del servizio mensa scolastico.
  4. Adozione del P.U.M.S. (Piano Urbano di Mobilità Sostenibile).
  5. Integrazione della ricettività degli asili nido e materne fino a soddisfacimento delle necessità.
  6. Messa in sicurezza della rotatoria su Via Rufelli.

LEGALITÀ E SICUREZZA

  1. Deposito presso la Corte dei Conti della contabilità delle società partecipate per verificare l’entità del loro debito e per accertare eventuali responsabilità.
  2. Presidio della polizia locale nelle frazioni con l’istituzione del “vigile di quartiere” e potenziamento del servizio di videosorveglianza.
  3. Inserimento di un referente per la comunità straniera regolarmente residente nel nostro Comune.
  4. Messa a norma elettrica e sismica degli edifici pubblici partendo dalle scuole.
  5. Digitalizzazione del PEC (Piano di Emergenza Comunale) per consentire il suo aggiornamento in tempo reale.